Lo Status del “vaccinato” la nuova frontiera delle discriminazioni in Europa

“Dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino, vengono rilasciati i codici QR, che possono essere scaricati sul conto del paziente su internet e nell’app mCitizen. Il codice avrà una data di scadenza. Se qualcuno non ha questa opportunità, allora può prendere una stampa di conferma dal punto di vaccinazione, il cosiddetto passaporto della persona vaccinata. Il documento conferma che una persona è vaccinata e può utilizzare i diritti che spettano ai vaccinati”.

Alcuni giorni or sono, la mia amica giornalista freelance mi ha scritto queste righe che esprimono l’avvenuto aprirsi di una nuova frontiera europea: quella delle discriminazioni e la creazione di un nuovo status sociale.

Lo status come tutti sappiamo è una qualità giuridica, una posizione particolare che viene attribuita ad un soggetto all’interno di un ordinamento, al fine di delinearne la posizione rispetto a quella di tutti gli altri membri dello stesso.

La vaccinazione dunque crea oggi in Europa ed anche in altri paesi uno status.

Il “vaccinato” è un soggetto che, per insindacabile ordine di un’autorità indefinita e dai confini incerti, ha dei privilegi sociali e di lavoro rispetto alla generalità dei cittadini europei.

Questi vantaggi gli sono stati concessi dall’Autorità perchè egli si è sottoposto, volontariamente ed a suo assoluto rischio e pericolo, alla sperimentazione di un prodotto di natura ed efficacia incerta.

Questo status non appare conseguenza della efficacia garantita dal prodotto inoculato perchè oggi il “vaccinato” non è immune dal coronavirus e nemmeno il suo eroico sacrificio garantisce che non sia contagioso: allo stato delle conoscenze scientifiche infatti, nessun prodotto contro il covid ha efficacia riconosciuta, come ci conferma la relazione n.4/2021 dell’ISS, le note del Comitato sanitario dell’OMS, le stesse faq delle Agenzie del Farmaco europee, i fogli illustrativi dei prodotti genici inoculati.

Si tratta perciò di uno status basato sulla fede nella scienza.

Ma la scienza come sappiamo è esperienza: è scientifico ciò che è dimostrabile, allo stato delle conoscenze di un dato momento storico; ciò che può essere confermato dalla possibilità scientifica di ripeterlo alle medesime condizioni. Viceversa, la fede è notoriamente il campo di qualcosa che non si può dimostrare scientificamente e per questo si “crede” si ha “fede” ovvero non potendo avere le prove scientifiche ci si affida alla fiducia in qualcosa d’indimostrabile.

Dunque, Ministri, giornalisti, medici, scienziati che urlano dalle televisioni che bisogna fidarsi della scienza, che loro si vaccinano perchè credono nella scienza, confermano di doversi affidare alla credenza, alla religione della scienza: l’idolo nuovo che hanno sostituito alla loro stessa ragione, se mai l’hanno avuta.

Lo status di vaccinato discrimina dunque la popolazione, in base a una fede astratta nell’idolo scientifico perchè, se fosse scienza, ci sarebbe stata una dimostrazione di efficacia del prodotto che tutt’ora non c’è.

L’aperta violazione della uguaglianza dei cittadini, sancita in tutte le carte fondamentali europee, è consumata e la discriminazione delle persone, sulla base delle fede individuale in un auspicio, è compiuta.

Un’applicazione “Vaccinato” è disponibile per confermare che qualcuno che ci mostra un codice QR è effettivamente vaccinato. L’applicazione controlla la validità e la correttezza del codice QR della persona vaccinata. Mostra anche i dettagli di base sul suo proprietario, compreso il nome, la prima lettera del cognome e il giorno e il mese di nascita. Questo permette di verificare che è il codice della persona che lo presenta. La persona che mostra il codice QR per la scansione acconsente al trattamento dei dati personali contenuti nel codice.

Attualmente, il codice QR può essere utile per l’ingresso in Polonia – a partire dal 28 dicembre 2020, le persone che sono state vaccinate contro COVID-19 non sono dirette alla quarantena.

L’app funziona offline e ha bisogno di una connessione internet solo per gli aggiornamenti del programma. L’applicazione Vaccinated è disponibile per il download su Google Play e App Store.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web dedicato alla vaccinazione COVID-19″.

Quattrocento anni di evoluzione scientifica sono stati cancellati dalla fede nella scienza della tecnocrazia europea, aspettiamo i filtri magici anti coronavius, approvati alla Commissione e dai governi del nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...