L’apertura di un’inchiesta e la sua risonanza mediatica contano più del processo

L’eliminazione dell’immunitá parlamentare del vecchio art.68 della Costituzione, La novella del 1993, sull’onda degli scandali c.d. di mani pulite, ha ristretto il perimetro di operatività della disposizione. Prima, infatti era previsto che il Parlamento dovesse autorizzare sia l’inizio delle indagini su un membro di un Camera sia il suo arresto in attuazione di una condanna definitiva.
Ha distrutto l’equilibrio dei poteri originario, quello che gli americani chiamano check and balance, determinando la fine dell’autorizzazione a procedere.
Questo ha causato l’irruzione dell’ordine giudiziario nella politica.
L’inchiesta come gogna mediatica è lo strumento che una parte della magistratura ha utilizzato per alterare lo svolgimento delle normali relazioni di rappresentanza elettorale.
Dal 1993 Il processo non conta più nulla: politicamente é l’apertura dell’inchiesta il momento in cui il politico viene colpito. Se in carica, dovrà valutare dimissioni; se aspirante, deve rinunciare.
Lo stesso rinvio a giudizio ed il processo diventano relativi perché il danno é compiuto.
Per questo mediaticamente il PM conta e il giudice no. Alla fine della giostra del processo non importa a nessuno.
Tutto ruota sul fatto che conta: l’apertura dell’inchiesta con l’eventuale pompaggio mediatico del PM, come angelo vendicatore della legalità violata dal politico.
Il Pm ed il giornalista di riferimento diventano il fulcro dell’avvenire di qualsiasi politico. Come finisca dopo 10 anni non conta. Se un PM apre inchiesta chi ha carica politica si deve dimettere; chi ambisce ad una carica politica non la potrà raggiungere. Come finisce poi il processo non conta, perché l’uomo politico è già morto. Questo dice Palamara e questo é la chiave per intendere i rapporti tra magistratura e politica, che sono bene evidenziati nel suo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...